About

  

Mirabilia è un festival internazionale di circo e arti performative, ma non solo.

Ogni anno crescono la consapevolezza e l’attenzione da parte del pubblico, che ci segue nel nostro percorso di scoperta delle nuove prospettive della creazione contemporanea.
E noi possiamo permetterci di portare spettacoli sempre più attuali, contando sull’abbraccio e l’accoglienza di questo territorio.

Perché Mirabilia non programma spettacoli tout-court, ma insieme a molti artisti e programmatori italiani e internazionali costruisce strategie di sostegno alla creazione per tutto l’anno, rendendo possibile l’inserimento in programma di anteprime assolute e prime nazionali che altrimenti sarebbe troppo oneroso portare in Italia. Spettacoli inediti, qualche volta fragili, sempre imperdibili

LA CREAZIONE CONTEMPORANEA

Il festival è solo una parte del nostro lavoro, che tutto l’anno nutre e sostiene l’attenzione di Mirabilia per la creazione contemporanea.

Oltre alle coproduzioni festivaliere, Mirabilia ha avuto nel corso del 2014 due compagnie internazionali in residenza – quelle di Iona Kewney e Nacho Flores – entrambi laureati CircusNext.

In agenda, tra gli altri appuntamenti, abbiamo la 17° Fira Mediterrània de Manresa come partner istituzionali, i tavoli di lavoro tra 59 membri provenienti da 21 paesi del General Meeting di Circostrada di Parigi, la partecipazione con altri 200 operatori da tutto il mondo al Focus Cirque dell’Institut Francais e al pitching di Circa – Festival du cirque actuel per la presentazione di compagnie italiane, la presenza come giurati alla giapponese Daidogei World Cup (uno dei maggiorifestival di performing arts in Asia) e il General Platform Meeting di CircusNext.

IL NETWORK

Dal 2013 al 2017 Mirabilia è uno dei sei co-organizzatori e punto di diffusione insieme al Teatro de la Citè International di Parigi nel progetto CircusNext ed è Polo Europeo del Circo per l’Italia 2013-2017.

All’estero il festival è parte di network come  R.I.R. Cirquit Regionel Cirque et Arts de la Rue, Circus Next, Trans-Mission e TransAtlanCirque.

Nel corso degli anni, crescenti sono stati l’interesse e la collaborazione con Enti e Istituzioni italiane ed estere, in particolare la Regione Piemonte, la Provincia di Cuneo, l’Azienda Turistica Cuneese, l’Associazione Terre dei Savoia, la FNAS (Federazione Nazionale Arte di Strada), la Regione PACA (Provenza-Alpi-Costa Azzurra), il Governo della Catalogna, l’Institut Ramon Llull e l’ICIC (Istituto Catalano delle Industrie Culturali), la Comunità Europea.