Santosh Dolimano /IT

IO E IL MIO MONDO PER ARIA
+ LABORATORIO di GIOCOLERIA

IN Program

Focus Kids

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

in scena IO E IL MIO MONDO PER ARIA

Giocoleria, Equilibrismo e Clownerie

Spettacolo vario e mirabolante che stupisce il pubblico per la sua immediatezza, comicità, intelligenza e poesia.

Ricco di interazione e calore umano è una classica performance che ha le sue radici più profonde nell’arte del teatro di strada internazionale.
Con spontanea comicità Santosh crea uno spettacolo dove il pubblico viene reso protagonista di divertenti giochi.
La manipolazione di diversi oggetti usati con destrezza (in particolare i Cigars boxes/Mattoni volanti) sono gli ingredienti condivisi per un esilarante coinvolgimento di grandi e piccini.

Il risultato? gioia e allegria, con sorrisi a più non posso!!!

workshop LABORATORIO di GIOCOLERIA

Dimostrazione e sperimentazione di un arte creativa e gioiosa rivolta all’infanzia e adolescenza.

Temi e contenuti
  • Equilibrio: esercizi sul rullo; tenuta in equilibrio di oggetti;
  • Giocoleria con: foulard, palline ,anelli,piatti rotanti, mattoncini (cigars-boxes)
Alcuni obbiettivi

La giocoleria pur essendo una disciplina nasce e lo dice la parola stessa dall’esperienza di un gioco.
Coinvolge la coordinazione motoria e visiva.
Favorisce lo sviluppo della concentrazione,aiuta a creare e mantenere un buon equilibrio mente e corpo a misurare le proprie capacità, a socializzare e a diventare di volta in volta protagonista di un gioco.

Modalità del laboratorio

il laboratorio avrà la durata di un ora

Santosh Dolimano nasce come giocoliere fantasista a Londra nella metà degli anni ottanta grazie all’onda lunga del juggling che ha la sua sorgente naturale nelle prime edizioni delle “Jugglers European Convention” Da allora le piazze di tutta Europa e alla fine d’Italia sono diventate principalmente il palcoscenico naturale delle sue esibizioni. Da qui riesce ad approfondire la ricerca del suo personaggio ora rude ora clownesco grazie anche agli incontri prima casuali e poi più approfonditi con altri attori, burattinai, cantastorie e musici. Nell’88 a Verona collabora con la Cooperativa Mongolfiera esperta nel lavoro formativo di bambini e ragazzi. Il suo impegno è diviso tra quello di teatrante, animatore e organizzatore (nello stesso anno organizza il “1° Meeting Internazionale di Giocolieri in Italia”, è ispiratore delle successive due edizioni nonché nel ’91 della “12a Convention Euoropea dei Giocolieri”).Tutti e quattro gli eventi hanno luogo nella città di Verona).
La sua indole lo porta via via a specializzarsi per un pubblico formato sempre più da bambini e ragazzi. Così colleziona un’esperienza decennale di interventi dentro la scuola elementare e materna dove, oltre lo spettacolo “Io e… il mio mondo per aria” da solista, presenta con Lucia Osellieri, burattinaia – contastorie, “Giragiocamondo”.
Partecipa in qualità di ospite a “Unomattina” su Rai Uno e al “Maurizio Costanzo Show” su Canale5.
Frequenta per un periodo l’Accademia del Circo di Cesenatico per assaporare l’atmosfera del circo reale in particolare l’arte della giocoleria e trarre nuovi spunti dal punto di vista tecnico della tradizione del circo classico.
Si ritrova alla Convention Italiana di Giocolieri” nel settembre del ’98 a San Giovanni in Persiceto (BO) dove si esibisce nel “Public Show” con il gioco di destrezza dei Cigar-boxes; conduce e gestisce poi un paio di laboratorio della medesima specialità.
Partecipa nel ’99 e 2000 a dei convegni e stage sulle nuove tendenze del Nuovo Circo in particolare sui nuovi significati della giocoleria come lavoro formativo con l’infanzia assieme a Joseph Marsmoller e Sigrid Federspiel, primi ideatori di progetti di questo tipo in Italia e tuttora operanti in Alto Adige.
Ma il suo impegno non finisce qui, insieme ad altri artsti ha fondato l’Associazione Italiana Giocolieri (AIG) che ha organizzato e curato le cinque edizioni della Convention Italiana della Giocoleria: 2001 Pedavena (BL); 2002-03-04 Porano(TR); 2005 Correggio (RE).
Partecipa con l’associazione Pagliacci Senza frontiere / Payasos sins Fronteras per portare il suo contributo solidale in quelle parti del mondo (Kosovo,Serbia Kurdistan, in gennaio di quest’anno2019n Ecuador) dove le persone sono più svantaggiate a causa di conflitti , guerre e disastri ambientali nell’intento di allentare il disagio psico-fisico della popolazione in particolare dei bambini.
Alterna a queste molteplici attività l’insegnamento con corsi e laboratori di giocoleria-equilibrismo a bambini ed adulti nei suoi nuovi significati che la caratterizzano all’insegna del nuovo circo.