Daniele Ninarello /IT

Still

Pills

Nell’affrontare il tema  dell’identità, di come cambia e si trasforma nel tempo, nell’osservare il corpo come testimone di tracce e segni che ci inducono a ri-conoscerci, ci si sofferma sull’idea del ripercorrersi come figure astratte ed autentiche, indaffarate nell’atto del risalire/resistere. L’intenzione è quella di indagare a fondo il  tema dello svolgersi del tempo in rapporto con l’evolversi dell’identità, fotografandone il suo continuo dissolversi e trasformarsi, ricostruirsi.

In questo processo si rivela di grande ispirazione l’opera di Alberto Giacometti.

L’identità individuale e comune è qui intesa  come precario equilibrio tra pieno-vuoto, equilibrio-disequilibrio, guerra–quiete, archivio di memorie fisiche che si manifestano sottoforma di movimento. Proprio come le figure di Giacometti che si presentano come un coagulo di materie/memorie aggrappato all’asse centrale e che vivono costantemente in uno spazio indefinito e privo di riferimenti, uno spazio che è vortice, dove i performers condividono il loro continuo orientarsi.

08 luglio 2016

venerdì ore 12:00 > 10' /2,00

Ala (spazio A) Savigliano

Still

Ideazione Daniele Ninarello
Danza Daniele Ninarello , Olimpia Fortuni, Valeria D’Amico (cast provvisorio)
Organizzazione Silvia Limone

STILL è parte del progetto STILL Body Experience with Digital Brain realizzato con il sostegno della Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando ORA!

durata 10'
raccomandato per tutti
genere Danza

Produzione Codeduomo. Con il sostegno di Prospettiva Danza Teatro, Mosaico Danza / Festival Interplay, Grand Studio (BE), Armunia, Mirabilia International Circus & Performing Arts Festival, Bolzano Danza.  In collaborazione con Cubo Teatro Torino.